Cessione del Quinto. Cos’è e come funziona

La cessione del quinto è una particolare forma di prestito personale che può essere richiesta da lavoratori e pensionati del settore pubblico e privato.

Il prestito non è finalizzato all’acquisto di un determinato bene o servizio, è a tasso fisso e la sua caratteristica è che l’importo della rata mensile non può essere superiore al valore di un quinto dello stipendio netto o della pensione. Per questo motivo, a seconda che il richiedente sia un lavoratore dipendente o un pensionato, si parla di “cessione del quinto dello stipendio” e “cessione del quinto della pensione”.

Abbiamo voluto riassumere di seguito, in 7 punti fondamentali, il funzionamento della Cessione del Quinto.

1. I soggetti che possono richiedere il prestito.

Il prestito può essere richiesto solamente da dipendenti e pensionati di aziende private, enti statali o parastatali, non può essere richiesta da imprese, piccole aziende, ditte individuali.

2. Il pagamento delle rate.

Il pagamento delle rate avviene per mezzo di somme di denaro trattenute direttamente sulla busta paga o sulla pensione, ed è effettuato non da chi ha ottenuto il prestito, ma dal suo datore di lavoro o dall’ente pensionistico.

3.Cessione del Quinto: l’importo della rata.

L’importo della rata mensile non può eccedere il valore di 1/5, cioè il 20% del salario netto o della pensione netta percepita mensilmente.

3. La durata finanziamento.

La durata massima della Cessione del Quinto è di 10 anni, mentre non esiste una durata minima.

4. Non è finalizzato.

Il prestito ottenuto tramite la Cessione del Quinto dello stipendio o della pensione non è finalizzato; vale a dire che il richiedente non deve presentare alla banca o all’ente erogatore un giustificativo di spesa né specificare la finalità per cui richiede il prestito.

5. La garanzia nella Cessione del Quinto.

Nella Cessione del Quinto è obbligatoria l’assicurazione sulla vita, che consente alla banca o all’istituto di credito erogante di poter recuperare il credito residuo in caso di morte del beneficiario. Una garanzia aggiuntiva è quella data dal TFR (Trattamento di Fine Rapporto) nel caso in cui il beneficiario perda il posto di lavoro.

6. Cessione del Quinto: come funziona.

La Cessione del Quinto prevede i seguenti passaggi:

  • Il richiedente deve presentare all’istituto finanziario erogante una dichiarazione, a cura del datore di lavoro o dell’ente previdenziale, che attesti l’ammontare dello stipendio mensile o della pensione.
  • Il datore di lavoro o l’ente previdenziale non possono opporsi alla richiesta di Cessione del Quinto.
  • L’istituto di credito farà le dovute valutazioni e procederà all’istruttoria.
  • Qualora i requisiti risultino validi, si procederà con la sottoscrizione della copertura assicurativa obbligatoria.
  • Una volta stipulata l’assicurazione e firmato il contratto del finanziamento, l’istituto di credito notificherà al datore di lavoro o all’ente di previdenza l’avviata cessione.
  • Le rate vengono pagate automaticamente ogni mese tramite trattenute sulla busta paga o sulla pensione.
  • Il datore o l’amministrazione sono responsabili, insieme al mutuatario per eventuali ritardi o mancati pagamenti delle rate.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi