Home > Privati > Cessione del Quinto

CESSIONE DEL QUINTO

CESSIONE DEL QUINTO

Leasifin si occupa di Cessione del Quinto, il prestito non finalizzato, garantito, a tasso fisso e rate costanti, regolato dalla LEGGE 180/50.

Questa forma di prestito può essere richiesto da lavoratori dipendenti e pensionati del settore pubblico e privato e l’importo della rata mensile non può essere superiore al valore di un quinto dello stipendio o della pensione netta mensile.

I PLUS

  • Condizioni sempre trasparenti
  • Piccola rata dello stipendio con copertura assicurativa
  • Tasso di interesse e importo mensile fisso per tutta la durata del finanziamento
  • Richiesta di finanziamento veloce
  • Possibilità di dilazionare il pagamento in un tempo che va da 24 a 120 mesi
Group 210

DIPENDENTI PUBBLICI

Tutti i dipendenti del settore pubblico, assunti con contratto a tempo indeterminato, di età compresa tra 18 e 63 anni.

Group 214

DIPENDENTI PRIVATI

Lavoratori dipendenti di aziende private, assunti con contratto a tempo indeterminato, di  età compresa tra i 18 e 63 anni.

Group 212

PENSIONATI

Pensionati fino a 85 anni di età, titolari di pensione con importo maggiore di € 513,01 al netto della quota cedibile.

DOMANDE FREQUENTI

La caratteristica di questa forma di finanziamento è che l’importo della rata mensile non può eccedere il valore di 1/5 cioè il 20% del salario netto o pensione netta.

Per richiedere un prestito con cessione del quinto basta presentare una dichiarazione attestante l’ammontare dello stipendio / pensione mensile (rilasciato dal datore di lavoro/ente pensionistico) La durata massima è di 10 anni, mentre la durata minima è pari ad anni 2.

I documenti che solitamente vengono richiesti all’atto della domanda di cessione sono:

  • Documento di identità
  • Codice fiscale
  • Ultima busta paga o cedolino pensione
  • Ultimo modello CUD per i dipendenti, ultimo modello OBIS M per i pensionati
  • Certificato di stipendio, rilasciato dal datore di lavoro

Certo, in quanto c’è la garanzia dell’assicurazione sulla vita, che è obbligatoria e consente all’istituto di credito erogante di poter recuperare il credito residuo in caso di morte del beneficiario, e sul rischio impiego in caso di perdita del lavoro.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi