Aumenta la richiesta di prestito per gli italiani

Nove milioni di italiani per un totale quasi di 100 miliardi di euro: sono i numeri delle richieste di prestito nel Belpaese, secondo i dati raccolti per lo scorso anno da Federconsumatori.

Il ricorso alle rate ha visto una crescita nel 2018, complici un’economia sempre più stagnante, stipendi fermi e un ritorno dell’inflazione, che ha costretto gli italiani a ricorrere ai finanziamenti.

Tra i beni acquistati con richiesta di prestito spiccano su tutti l’auto o la moto nuova, che occupano il 57% di prestiti personali, seguiti dalle spese mediche (circa 523.000 italiani) e dai prestiti per le spese universitarie (900 mila famiglie).

L’acquisto di denaro da restituire poco per volta avviene per il 19% attraverso la cessione del quinto sullo stipendio o sulla pensione (+8%), mentre sono in calo i prestiti finalizzati ad un determinato scopo come i lavori di ristrutturazione (18% del totale ma -21% rispetto al 2017) e quelli legati alle cosiddette carte di credito revolving (-14% rispetto a 12 mesi prima ma comunque il 6% del complessivo debitorio).

Questo inizio d’anno si caratterizza anche per un’altra notizia positiva, rappresentata dall’incremento dell’importo medio richiesto (+1,8% rispetto al I trimestre 2018), con il valore che nell’aggregato di prestiti personali e finalizzati si è attestato a 9.925 Euro. Relativamente al singolo mese di marzo, l’importo medio sfiora nuovamente i 10.000 Euro.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi